LABORATORIO DI VITA

Il titolo potrebbe ingannarvi. In realtà sto scrivendo della vita. La mia. La vostra. Quella senza filtri. Non di carta, ma reale. Giocare è meglio che guardarlo, anche se si fa fatica e si mostra agli altri il sudore, fisico o mentale. Oggi ho ripreso la strada della tastiera letteraria. Correva il 1998 quando decisi di provarci. Ora torno a cimentarmi in una storia che emana ancora di più l'odore della vita.

L'immagine può contenere: persone sedute, schermo e spazio al chiuso

Commenti

Post popolari in questo blog

IL 6G PIANGE PER LA PREMATURA SCOMPARSA DI ROBERTO DI MARCO